English中文DeutschEspañolFrançais — 日本語한국어Português ру́сскийNederlands

Sono molti i siti web che elargiscono consigli agli host di Airbnb. Ma è solo sulla nostra piattaforma che trovate la verità: i veri esperti dell’ospitalità, ovvero coloro che condividono i consigli più efficaci per accogliere gli ospiti, che conoscono il nostro sito alla perfezione e approfittano il più possibile di ogni esperienza, sono proprio i nostri host. Il 78% delle persone che condividono le loro case, i loro appartamenti, le loro baite e le loro capanne su Airbnb hanno una valutazione media di almeno 4,5 stelle. Possiamo apprendere molto l’uno dall’altro, per questo abbiamo selezionato i cinque consigli migliori dei nostri host più esperti, sperando che vi aiutino a ottenere, ad ogni prenotazione, le tanto agognate 5 stelle.

1. Aggiornate il vostro annuncio

Il fatto di essere un buon host dipende essenzialmente dall’empatia, ovvero dalla capacità di mettersi nei panni di un potenziale ospite. Quando i viaggiatori cercano un alloggio per soggiornare su Airbnb, si affidano alle descrizioni e alle foto dell’annuncio per decidere se il vostro spazio è adatto alle loro esigenze. Inserite dunque tutti i dettagli rilevanti, e ricordate che al termine del soggiorno, gli ospiti potranno valutare l’accuratezza delle informazioni fornite.

“È importante essere assolutamente sinceri riguardo alle informazioni riportate nell’annuncio”, sostiene Tim, un Superhost che affitta un appartamento vicino a casa sua, in campagna. “Ho descritto la mia casa come rustica e ricevo prenotazioni da ospiti che amano questo genere di alloggi. Anzi, esagero un po’ sulle difficoltà che le persone potrebbero riscontrare qui di modo che non abbiano brutte sorprese al loro arrivo. Infatti, ricevo prenotazioni solo da viaggiatori che cercano un’esperienza fuori dal comune.”

Joy, che affitta il suo monolocale, concorda: “L’aspetto più vantaggioso del mio alloggio è probabilmente la posizione centrale, ma se sei un tipo che non ama il rumore o il trambusto della città, forse non è il posto adatto a te.”

2. Fate risplendere il vostro spazio

Non c’è nulla di meglio di un alloggio pulito e ordinato per accogliere i viaggiatori e farli sentire a proprio agio ed è qualcosa che si aspettano quando viaggiano con Airbnb. La pulizia del vostro spazio potrebbe inoltre, incrementare il punteggio delle vostre valutazioni nonché il numero delle prenotazioni.

“Se dovessimo soggiornare in un alloggio, vorremmo che fosse pulito,” dice Suzie, “per questo è così importante per noi pulire a fondo tutte le volte, affinché casa nostra sia sempre scintillante.”

“Quando non posso pulire io,” ammette Joy, “faccio venire un’impresa di pulizie e aggiungo all’annuncio le relative spese. Basta specificare cosa vuoi che facciano. Possono cambiare le lenzuola, pulire i pavimenti, le finestre, la doccia in particolare e sostituire anche gli asciugamani.”

3. Comunicate velocemente e spesso

Non c’è nulla di peggio che aspettare che il telefono squilli o aggiornare costantemente la posta in arrivo nell’attesa di una risposta via email. Non dimenticate qual è la regola d’oro dell’ospitalità: trattate i vostri ospiti come vorreste essere trattati voi. Rispondete appena possibile alle richieste di prenotazione e aiutate gli ospiti a raggiungere facilmente il vostro alloggio. Se il tasso di risposta è troppo basso, il posizionamento del vostro annuncio nei risultati di ricerca potrebbe venire influenzato negativamente e potreste anche ricevere delle penalità.

Gregg invia agli ospiti indicazioni chiare su come raggiungere il suo alloggio prima del viaggio. “Immaginate ad esempio che ho appena viaggiato 9 ore in aereo. Quello che cerco di fare è scrivere tutte le indicazioni su un documento Word e poi fare copia e incolla delle informazioni per spiegare ai viaggiatori come arrivare,” racconta. “È tutto scritto qui.”

“Una delle prime regole che mi impongo è quella di rispondere il prima possibile perché tutti cercano di prenotare un soggiorno,” sostiene Abhay. “Bisogna essere reattivi perché alcuni prenotano all’ultimo minuto. Cerco di riservare lo stesso trattamento che vorrei che gli altri riservassero a me quando viaggio. Per quanto riguarda la comunicazione, cerco di rispondere semplicemente alle loro richieste e di farlo rapidamente, nel modo più sincero possibile.”

4. Create dei ricordi

Ospitare su Airbnb è un’opportunità per far conoscere ciò che di meglio ha da offrire il posto in cui vivete. Potete consigliare agli ospiti di leggere le Guide delle città, ricche di suggerimenti di altri host di Airbnb che vivono nella vostra stessa zona, oppure potete suggerire loro le caffetterie, i negozi e i ristoranti che preferite nel quartiere. Alcuni host offrono anche delle piccole specialità locali come caffè o tè. Gesti premurosi come questi possono aiutare i vostri ospiti a vivere pienamente la città.

“Di solito consiglio dove fare colazione, dove andare a passeggiare, luoghi dove scattare belle fotografie, oppure racconto episodi storici,” spiega Natasha. “Mi piace offrire delle esperienze uniche. È tutto molto più stimolante.”

“Quando ho soggiornato a Portland con Airbnb,” racconta Joy, “ho amato tutte le specialità locali che mi hanno fatto venir voglia di fare lo stesso nel mio alloggio Airbnb. Qui ho alcuni amici che hanno una loro attività, per cui, a volte, cerco di offrire ai miei ospiti alcune delle golosità locali.”

5. Continuate a farvi ispirare

Le ragioni per cui le persone iniziano ad ospitare viaggiatori con Airbnb sono innumerevoli: alcuni ad esempio lo fanno per pagare le bollette, altri per sfizio. Ma sono molti gli host che ci dicono che ciò che li spinge a continuare ad offrire la loro ospitalità è il fatto di incontrare nuovi viaggiatori ed instaurare con loro dei rapporti. Ogni nuovo ospite che accogliete, ogni viaggio che ospitate è una nuova opportunità per far conoscere la vostra città, allargare la vostra cerchia di conoscenze e scoprire il piacere di ospitare.

“Mi ha sorpreso molto scoprire che ci sono così tante persone favolose,” ammette Beverlee, che ospita insieme alla sua compagna Suzie. “Con ognuna di loro puoi decidere se instaurare un legame più o meno profondo. Questo scambio ha arricchito le nostre vite.”

“Aumenta le entrate, il che è importante”, sostiene Tim, “ma non è tutto”. Airbnb mi ha fatto conoscere il mondo. Quando ci sediamo in veranda, i miei ospiti cominciano a raccontarmi le loro vite.”

“Quando ero piccolo, eravamo l’unica famiglia di origine asiatica del quartiere, “ racconta Joy. “I miei genitori cucinavano alcuni dei piatti tipici per quei bambini che non sapevano esattamente di cosa si trattasse. Quindi per me poter ospitare qualcuno in quest’ottica e condividere con loro quello che sono, la mia cultura, è molto piacevole. È qualcosa di veramente personale.”

Volete saperne di più? Date un’occhiata ai kit di strumenti dell’host, che raccolgono una serie di consigli, elenchi e interviste dei nostri host più esperti.